Pagine

lunedì 7 maggio 2012

Crostatine alla frutta della mia infanzia e anche dopo!

Incurante della ripetitività vi posto il dolcetto che mi ha accompagnato lo scorso finesettimana, il mio finesettimana libero mensile; è il terzo dolce di seguito qui da me, ma si sa, il dolce è il modo migliore per iniziare il lunedì.
La Crostata con la C maiuscola che preferisco e amo dopo quella alla ricotta ( per cui invece nutro una irrazionale adorazione, e che avevo già postato qui).
Questa è la "famosa" crostata con marmellata, frutta e amaretti di cui avevo già raccontanto in occasione del post sul premio cake blog di qualità (ecco il post); si ovvio, non può essere proprio quella quella...
La casa dove avevo l'albero di albicocche e dove sono cresciuta ora sta subendo una ristrutturazione estrema a opera del nuovo proprietario a cui l'abbiamo venduta! Non ci sono le nostre albicocche appena colte, non c'è la marmellata fatta in casa, non c'e la porta finestra aperta sul giardino mentre impasto e non c'e più la mia vecchia cagnolina sul gradino di ingresso ... Inoltre, me la sono fatta da sola e non l'ha fatta la mia mamma (come spesso accade da quando sono grande, diciamo adulta, anche se nel mio caso è una parola grossa!).
Ma passiammo alla ricetta, anche perchè sono una persona troppo emotiva ed è meglio che non mi perda nei ricordi ...



Ingredienti:
Per la frolla
220 g. di farina 00 - 1 uovo intero - 90 g. di zucchero - 95 g. di burro
2 cucchiai di miele - pizzico di sale - scorza di mezzo limone
1 pizzico di vanillina - mezzo cucchiaino di lievito per dolci

Per il ripieno
1 scatola di albicocche sciroppate - 100 g. di amaretti
8 cucchiai di marmellata di albicocche
Dosi per 4 stampini da crostatina/quique.

Mettiamoci all'opera:
Iniziare preparando la frolla.
Impastare prima la farina, con lo zucchero e il burro freddo a cubetti, fino ad ottenere un composto granuloso. Aggiungere a questo punto tutto il resto degli ingredienti, l'uovo, il miele a temperatura ambiente, la scorza, il sale, la vanillina, il lievito e impastare, giusto il necessario per ottenere una palla di impasto omogeneo, senza impastare più del necessario.
Avvolgere nella pellicola e mettere a riposare in frigor per un'oretta (io in genere preparo l'impasto la sera prima e termino la torta il giorno dopo).
Togliere l'impasto dal frigor una decina di minuti prima di utilizzarlo, così che si ammorbidisca.

Dividere l'impasto in 4 parti, ognuna di queste va divisa tra la base e le 3-4 striscette di copertura.

Per il ripieno.
Molto semplicemente rivestire lo stampino con il disco di frolla, cospargere la frolla con un pugnetto di amaretti tritati finemente. Aggiungere la marmellata, un cucchiaio circa, mentre la spalmate si mischia agli amaretti ma va bene. Aggiungere le albicocche sciroppate a fettine, 1 albicocca e mezza per ogni crostatina. Coprire con le strisce di pasta.

Infornare a 160° per 35 minuti.

Questa torta è stata una colazione, poi un dopo pranzo, poi un dopocena e ancora una colazione!
con questa ricetta desidero partecipare contest di Erika in cucina: facciamo colazione insieme?

e dato che da anni sono volantaria in pediatria e adoro i bambini mi sento vicina a questa inizativa: l'albero goloso; a cui lascio una ricetta fatta con amore! 



 

20 commenti:

  1. Claudia è bellissima! eh si il dolce è il modo migliore per iniziare la settima!! Gnammy! Buona settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazoe! Buona settimana anche a te!

      Elimina
  2. Ciao!!!
    Buonissima la crostata!!! Sembra deliziosa!
    Alcune volte pensare ai ricordi fa un po' male, specialmente quando vedi le cose con cui sei cresciuta che per altri non hanno nessun valore...
    L'importante è guardare avanti e stare con le persone che ci vogliono bene, tutto il resto è contorno!
    Un bacione, ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono ricordi belli, mettono serenità ma anche una particolare malinconia! hai ragione, quello che dici lo condivido molto, per fortuna che io ho le idee chiare, so cos'è importante e mi circondo delle persone a cui tengo veramente!
      bacio, buona settimana!

      Elimina
  3. bellissima la tua ricetta e il racconto delle emozioni che ti suscita questa crostata...sarei stata a leggerti per ore!!ihihih!!un bacione

    RispondiElimina
  4. Nonostante tutti questi "NON", la tua crostata è favolosa ! Un bacione e buona giornata !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! buona settimana!! mentre la postava mi ha preso la volgia matta di una fetta, eh si ...

      Elimina
  5. Ciao!
    Grazie mille per la visita :)
    la tua crostata é davvero invitante, io le amo!!
    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! velocissima!!! grazie della visita ;)
      di niente, trovo il tuo blog originale, a presto :)

      Elimina
  6. mamma che buonaaaaaaa!!! super...

    RispondiElimina
  7. i sapori dell'infanzia scaldano sempre il cuore e poi son ocosì rassicuranti!!! buone le tue crostatine!!!
    p.s. vedo sono la faccia del boss, sei fan???

    un kiss
    federica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vero! grazie!
      ma non capisco la domanda :(

      Elimina
    2. Prima mentre ti scrivevo il messaggio, ho visto scorrere sotto la pubblicità del nuovo tour di Springsteen e pensavo fosse un banner inserito d te x questo ti chiedevo se eri fan del boss. Ho capito solo dopo che si trattava di pubblicità.
      Un Kiss
      P.s. Spero che stanotte dormi ;-)

      Elimina
  8. Claudia la crostata è il dolce per eccellenza! Sa di casa, è buona e piace a tutti (o quasi) complimenti e grazie per aver condiviso con noi questa storia! Buona settimana :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, la crostata non delude mai ;)
      Buona settimana anche a te!

      Elimina
  9. Macchè ripetitività, altre cento ricette dolci voglio!

    RispondiElimina
  10. LE CROSTATINEEEEEEEE! belle, buone ed...emozionanti, visto i tuoi ricordi!
    Ciao

    RispondiElimina
  11. Che bontà queste crostatine!!! Complimenti!!

    RispondiElimina

Mi fa molto piacere sapere che sei passato da me, ancora di più sarei felice di sapere il nome e le opinioni di chi mi legge, di poter dare un consiglio o riceverne di nuovi!