Pagine

mercoledì 21 marzo 2012

Clafoutis con kiwi

Ho appena finito di leggere i libri di Sarah Kate Linch, "Pane e cioccolato", "Zenzero e cannella", "fragole e champagne"... ho scoperto un'autrice romantica e frizzante, le storie ruotano sempre intorno agli amori e alle passioni delle protagoniste, le trame hanno comunque quella punta di mistero e suspance che rende il libro difficile da chiudere una volta che lo stai leggendo. Consiglio "Fragole e champagne", è il più poetico e coinvolgente. Guardate qui.
I libri citano di frequente la cucina e la pasticceria francese, ne sono rimasta stimolata.
Sarà per questo che pensando a come usare i miei beneamati kiwi mi sono illuminata all'idea di provare a fare il clafoutis, mai fatto e mai mangiato prima, e che non sono nemmeno sicura di come si pronuncia!
Si, tradizionalmente vorrebbe le ciliegie, è la variante più nota e diffusa, in realtà è adatto a qualunque frutta di stagione per tutto l'anno!
è un tradizionale dolce francese che prevede frutta a pezzi affogata in una pastella molto simile a quella delle crepes, senza lievito, il risultato è un ibrido tra un budino molto compatto e un dolce soffice, particolare.
Ho rivalutato il kiwi, la nota aspra si sposa bene con il dolce della pastella, molto soddisfatta!



































Ingredienti:
4 o 5 kiwi - 3 uova – 100 zucchero
250 ml di latte - 90 farina - 1 bustina di vanillina
pizzico di sale- 1 cucchiaio di rum


Mettiamoci all'opera:
Accendere il forno a 200°. Sbucciare i kiwi e tagliarli a spicchi.
Sbattere con la frusta le uova insieme allo zucchero, il pizzico di sale, rum e la vanillina: ottenere un composto chiaro e  spumoso. 
Aggiungere la farina e sbattere velocemente per evitare che si formino grumi. 
Aggiungere il latte e sbattere bene.
Imburrare una pirofila, l'ideale è una pirofila rotonda del diametro di 24 cm. (io ne ho usata una rettangolare 18x20 circa). Imburrare abbondantemente, appoggiare sul burro le fettine di kiwi disponendole a piacere.
Versare sui kiwi la pastella, che dovrebbe essere praticamente liquida.
Cuocere in forno a 200° per 40 minuti e comunque finché uno stecchino ne esce pulito (umido ma senza grumi).




































Consiglio:
Prima di servire spolverare con lo zucchero al velo.
In alternativa, un 15 minuti prima di terminare la cottura togliere dal forno e spolverare con zucchero semolato, rimettere in forno.

Sicuramente ne proverò delle varianti, alla fine è un dolce senza molti grassi, nonostante la sua "compattezza" è leggero e fresco, poi con tutta la frutta invitante che porta l'estate.
delle varianti che ho trovato in giro per il web sono...
- Mele e/o pere, con cannella
. Pere e noci
- Pesche e/o albicocche con amaretti o mandorle

5 commenti:

  1. solitamente lo faccio con ciliege..provero' la
    tua ottima versione!!
    mi sono unita ai tuoi lettori...se ti va passa a trovarmi nella mia cucina!!
    a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Enza! passo presto da te!!!

      Elimina
  2. ciao cara ^^ sai che anche io tempo fa avevo fatto una ricettina con un clafoutis di kwii? se ti va, vai sul mio blog e dacci un'occhio ;) cosi hai una variante interessante. io ci avevo messo anche l'ananas!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! adesso sbircio... ma sai avevo pensato che ci voleva un bel pezzetto di ananas fresco, con i kiwi sta benissimo, però al momento in cui ho avuto questa illuminazione l'ananas non c'era!!! a presto!!!

      Elimina
  3. Che bella idea Claudia, io non li uso mai nei dolci e li mangio sempre al naturale, davvero una ricetta golosa!

    RispondiElimina

Mi fa molto piacere sapere che sei passato da me, ancora di più sarei felice di sapere il nome e le opinioni di chi mi legge, di poter dare un consiglio o riceverne di nuovi!