Pagine

lunedì 18 marzo 2013

Pagnotta ai semi di lino e profumo di castagna

Voglio bene alla mia pasta madre, la rispetto in modo che mi dia sempre buoni risultati (prima d'ora pizze e focacce). Però vi confesserò, che noia tenerla a temperatura ambiente e rinfrescarla ogni 48 ore, adesso che ha più di un mese ed è abbastanza attiva non ne ho voglia proprio più! E così sono passata alla conservazione in frigor, ho sigillato bene il vaso con il suo tappo e sistemato nella parte bassa del frigor (questo circa tre ore dopo il rinfresco). All'occorrenza la tiro fuori, la lascio riprendere a temperatura ambiente un paio d'ore e poi procedo: rinfresco e panificazione.
E finalmente mi sembrava così vitale da azzardare una pagnotta di quelle rustiche, con qualche seme e qualche farina speciale, con la crosta da record ma comunque croccante sotto i denti, con la mollica eccezionale che solo la pasta madre può...eccola! E non potete capire la soddisfazione la primo assaggio di un pane tutto frutto della mia passione e del mio impegno, buono come i migliori che mi sia capitato di prendere dal panettiere ed a un costo irrisorio. E che dire del fatto che i 15-20 minuti di impasto mi hanno permesso di fare catarsi di tutte le tensioni della settimana e rilassare i muscoli, la magia dell'impastare il pane...
Ci sono quelle cose che mi spingono ad una determinazione e una forza di volontà, una dedizione, da ammirare e per cui prima o poi la mia testardaggine mi porta ad ottenere esattamente i risultati desiderati...e poi altre cose, magari razionalmente più importanti, che non mi smuovono la minima motivazione...dovrò farmi curare prima o poi!
In questa fantastica pagnotta ho messo un seme che ho scoperto grazie alla mia svolta alimentare, i semi di lino. Questi semini all'apparenza decorativi hanno invece importanti proprietà: fonte di omega 3 vegetale, minerali e proteine, sono antiossidanti e sembra che con le loro qualità prevengano svariati tipi di tumore. Un cucchiaino al giorno sarebbe indicato in ogni dieta. In questo pane li ho messi per sfizio perchè il consumo ideale è a crudo in modo che non perdano le loro qualità!



Ingredienti:
120 g. di farina 0
100 g. di farina manitoba
50 g. di farina di castagne
50 g. di semi di lino
150 ml di acqua
4g. di malto o miele
5g. di sale
100 g. di pasta madre rinfrescata da tre-quattro ore

Mettere a bagno i semi in acqua fredda, 50 ml presi dal totale della ricetta.
Sciogliere la pasta madre nella restante acqua, tiepida, con aggiunta del miele (o malto). Quando è completamente sciolta aggiungere tutto il resto ad esclusione dei semi e del sale ed inziare ad impastare fino ad ottenere un panetto omogeneo. A questo punto aggiungere sale e semi, con tutta l'acuqa che li accompagna e riprendere ad impastare.
Inzialmente l'impasto si bagna e appiccica molto ma con pazienza e tanto impasto (15-20 minuti) ritornerò una palla liscia, omogenea, per nulla appiccicosa. Continuare a stendere, piegare e stirare nuovamente l'impasto su un piano leggermente infarinato con un pò di energia (olio di gomito in questa fase!).
Mettere la palla di impasto in ciotola infarinata, coperta con canovaccio umido, in forno spento. Dopo 4-5 ore riprendere l'impasto (che dovrebbe essere quasi raddoppiato) procedere alle pieghe di rinforzo: stendere la pasta a forma di rettangono e portare i lati verso il centro. Ridare la forma di palla/pagnotta. Riporre in ciotola delle dimensione della futura pagnotta, all'interno di un tovagliolo infarinato di cui fisserete le estremità con un elastico in modo da dare forma alla lievitazione.
Quando la pagnotta è raddoppiata, incidere una croce e passare su leccarda con carta forno.
far riposare un'oretta (in modo che si apra l'incisione) e infornare a 250°, con vapore (teglia con acqua  nella parte bassa del forno) per 40 minuti.a
Quando sfornate  e far raffreddare sulla griglia del forno in modo che l'aria possa passare sotto alla pagnotta.


Con questa pagnotta partecipo la giveaway dedicato al pane, di Fracy de La Dolce Vita

e anche la giveaway di Tantocaruccia, de La Cuisine très jolie

13 commenti:

  1. A quanto pare tesoro anche lei vuole bene a te visto il pane splendido che hai realizzato..io non mi sono ancora lanciata con la pasta madre, 2 figli mi bastano!!Bacioni,Imma

    RispondiElimina
  2. Per questa pagnotta, tenera amica.. farei follie!! Hai usato degli ingredienti ai quali non so resistere.. che profumiiino mi arriva fin quiii! :D Complimenti e un bacione per una settimana stupenda! :D

    RispondiElimina
  3. ciao claudia, hai ragione, la pasta madre richiede tanta pazienza, sì...ma la tua pagnotta è veramente fantastica! anzi, nei prossimi giorni pubblico la mia ricetta per il tuo contest e io passavo per invitarti al mio nuovo contest:
    http://www.dolcementeinventando.com/2013/03/per-un-anno-di-blogun-nuovo-contest.html#comment-form
    TI ASPETTO!

    RispondiElimina
  4. brava, veramente brava. Mi piacciono un sacco i semi di lino negli impasti ma io credo di essere ancora molto lontana dalla pasta madre:-(

    RispondiElimina
  5. Che profumino! Già lo immagino :D

    RispondiElimina
  6. Complimenti..questo pane è favoloso !
    Il licoli, richiede molte meno cure..ma la soluzione che hai trovato tu, mi sembra davvero ottima !
    Visto ?? Ora, dopo tanti sacrifici, stai raccogliendo frutti eccezionali ! Ti abbraccio :*

    RispondiElimina
  7. è meraviglioso... bravissimaaaaaaaaaa!!!

    RispondiElimina
  8. che meraviglia!!perche' non partecipi al mio giveaway con questa???bacio!

    RispondiElimina
  9. Carissima sai che anche io ultimamente ho scoperto i semi, tra cui quelli di lino.
    Ci ho fatto un pane di segale buonissimo, ma che ahimè non sono riuscita in tempo a fotografare.
    Comunque la tua pagnotta ha un'aspetto golosissimo; come sempre, in tutti i pani con LM, ne apprezzo la crosta sottile e dall'aspetto croccante.
    Ah se fossimo vicine,quanti esperimenti potremmo fare insieme!!!

    RispondiElimina
  10. Grazie Cla! E' stupendo il tuo pane:) sono curiosa di provarlo;)

    RispondiElimina
  11. TI INVITIAMO AD ISCRIVERTI AI NOSTRI CONTEST!
    speriamo tu faccia parte della nostra grande famiglia!
    La famiglia di Cà Versa

    RispondiElimina
  12. Hai scelto proprio la parola più adatta, dedizione.
    La tua pagnotta ha un aspetto rustico che sa di tradizione e di casa, lo credo bene che eri soddisfatta :o)
    Complimenti.

    RispondiElimina
  13. cara...passa da me per controllare i vincitori del contest!!!!

    RispondiElimina

Mi fa molto piacere sapere che sei passato da me, ancora di più sarei felice di sapere il nome e le opinioni di chi mi legge, di poter dare un consiglio o riceverne di nuovi!