Pagine

mercoledì 28 agosto 2013

Crostata alle pere, fondente e mandorle

Questa crostata è buonissima, la frolla all'olio senza uova è l'ideale per un bel ripieno di frutta e cioccolato, così buona che questo fine settimana me la rifaccio (ho la scusa, bisogna salutare una persona che parte per un bel pò). La faccio tutti gli anni per il compleanno del mio ragazzo e quest'anno era la prima volta che questa torta doveva essere vegana. Ha passato il test. La frolla non è burrosa, ma questa non mi è mai sembrata una grande perdita, per renderla più interessante ho sostituito parte della farina con le mandorle tritate. Oggettivamente buonissima (per tutte le ricette vegan ben riuscite la modestia va messa da parte, tanto orgoglio vegano)! La ricetta della frolla è di Montersino, il mio zampino l'ho già specificato!
Per chi mi ha scritto in privato chiedendomi come si sta da vegani, se la salute migliora, se si devono prendere integratori oggi mi sento di raccontare che ho preso la mia prima pastiglina di B12. Mi sono informata molto e credo che tutte le altre carenze dipendono da noi, si possono evitare se si segue una dieta corretta, ce le possiamo causare trascurando cibi importanti, non prestando attenzione alle qualità nutritive di ciò che mangiamo. Per la B12 non vale questo discorso, non dipende da noi, il mondo intero 'soffre' una carenza di questa vitamina dovuto a impoverimento dei terreni, all'abitudine di lavare bene i cibi che si mangiano, anche la carne che compriamo è quella di un animale che ha assunto un integratore perchè altrimenti attraverso il mangime ordinario non avrebbe assunto i minerali necessari per dare valore nutritivo alla sua carne...io per sicurezza ho deciso di ricorrere all'integratore come misura preventiva, così non dovrò mai intervenire su una futura carenza di una vitamina essenziale per il sistema nervoso (dopo aver sentito raccontare di una ex vegana che ha smesso a causa di questa carenza ho deciso di non prendermela più comoda).
Questo per prudenza. In generale non ho mai preso integratori ma non ne ho mai avuto meno bisogno! Devo dire che da quando sono vegana sono dimagrita un pò, mi si è attenuata l'allergia con tutti i suoi sintomi, non ho più sofferto dell'asma che in genere a luglio mi accompagnava inevitabilmente, in genere ho più energia e concentrazione, tendo a fare pensieri più positivi e sappiate che si sono dimezzati anche i dolori del ciclo.
Chiudi la parentesi e vi lascio la torta!



Ingredienti:
120 g. di mandorle tritate (farina di mandorle) e 380 g. di farina 00
(la ricetta originale prevede 500 di farina di farro)
200 g. di zucchero di canna
70 ml di olio evo
70 ml di olio di semi
125 g. di aqua
12 g. di lievito chimico per dolci
scorza di limone bio
pizzico di sale
per il ripieno
120 g. di cioccolato fondente
5 pere mediamente mature
3-4 biscotti digestive
2 manciate di mandorle tritate
2 cucchiai di zucchero di canna

Ho impastato la frolla servendomi del robot da cucina. Prima ho tritato finemente le mandorle riducendole a farina, ha aggiunto farina 00 e zucchero e azionato in modo da rendere più fine lo zucchero di canna grezzo. Ho aggiunto la scorza, il sale, il lievito. Ho unito per ultimi olio e acqua. Ho azionato fino ad ottenere una palla di impasto omogenea, è molto morbida ma si rassoda in frigor dove deve riposare a lungo (io la mattina per la sera).
Ho ripreso la pasta e l'ho lavorata subito usandone 1/2 per il disco inferiore (teglia da 26 cm di diametro rivesita di carta forno, la pasta l'ho setsa direttamente sul disco di carta forno con cui poi ho rivestito la teglia a cerniera). Sulla pasta ho proceduto con gli stati di farcitura: qualche manciata di biscotti e mandorle tritate, le pere a fettine, il cioccolato tritato e un cucchiaio di zucchero di canna.
Ho chiuso con un secondo disco di frolla premendo bene i bordi. Bucherellato con una forchetta e infornato a 165° per 40 minuti.

23 commenti:

  1. Perbacco che delizia!!!! Mi incuriosisce comunque la farina di farro e opterei per il cremor tartaro al posto dello lievito, ma dev'essere di una bontà unica!!!! Bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non ho mai usato il cremor tartaro, mi hai incuriosita!

      Elimina
  2. Buonissima questa crostata, deve avere un sapore molto particolare, una vera bontà!
    http://ledeliziedelmulino.blogspot.it/

    RispondiElimina
  3. Il ripieno è davvero goloso..ma questa frolla è assolutamente da provare!!!
    Bravissima
    la zia Consu

    RispondiElimina
  4. Carotinaaa!! Ma non la dovevi chiudere la parentesi tu, che certe cose vanno dette! Sai quante persone ho sentito con una storia simile, che non hanno più l'asma, ora mangiano di tutto eccetera? Che bello, mi fa proprio piacere :)

    Questa sì che è una signora torta!! ha un aspetto invitantissimo e sono sicura che il sapore sia super. certo che ci va l'orgoglio vegano! un bacione e tanti auguri al tuo compagno :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tanto di parentesi ne farò ancora molte!!!!
      grazie!

      Elimina
  5. Se ti senti meglio allora benvenga questa tua scelta!!!! cmq golosa la tua crostata.. anche io faccio una frolla all'olio e acqua ma metto 1 uovo... vorrei provar la tua.. Ottimo ripieno.. smackkk

    RispondiElimina
  6. Sono contenta che questa scelta ti abbia fatto stare così bene cara :) E che bella crostata! Io poi le cose troppo dolci le detesto quindi.. questa fa al caso mio!! Un abbraccione!

    RispondiElimina
  7. Carotina questa tua torta mi ispira tantissimo! Sarà che i sapori della pera e cioccolato sono un’accoppiata intramontabile nella top ten di tutti noi, sarà che non teme il confronto di qualsiasi altra torta….mò me la segno : )
    Anche io ogni tanto assumo B12, l’unico integratore che mi prendo e per dirla a grandi linee nel tuo discorso mi ci ritrovo.
    Buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. provala, una bella crostata, buona e semplice...
      si in effetti mi sono espressa a grandi linee, il discorso della B12 sarebbe molto più lunghino!
      vedo che alla fine quasi tutti i vegani la prendono!

      Elimina
  8. splendida la tua torta!!!! mandorle, cioccolato e pere, davvero deliziosa! e poi senza burro, uova...molto molto interessante! sto cercando di eliminare qst ingredienti dalle preparazioni, per cui salvo subito la tua ricetta! e si, hai ragione, si sta molto meglio ;)
    complimenti per il blog, le tue ricette sono tutte da provare!!!
    a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie!!! fammi sapere se provi la torta e non mollare, continua a eliminare le cose inutili ;)

      Elimina
  9. deve essere davvero buona :) e soprattutto ottima per festeggiare la partenza (ma se non altro sappiamo che andrà a fare cose bellissime in un paese più civile ed avanzato del nostro!)

    io ho deciso oggi di tornare ufficialmente vegana... anche se ho ancora un po' di scorte che vorrei non buttare (principalmente le proteine del latte che usavo come colazione nel mio mega frullatone con spinaci e semi di lino), sono arrivata alla consapevolezza che stavo meglio prima! quindi, si torna indietro ;)

    ne approfitto anche per segnalarti un piccolo corso che magari ti interessa... io vorrei andarci ma inizio a lavorare il 16 settembre in un posto molto lontano da casa mia, e immagino che il 21 sarò schiantata sul divano, con poca voglia di rimettermi in macchina. il corso è questo:
    http://www.erbaviola.com/2013/08/29/corso-di-autoproduzione-formaggi-vegan.htm

    a presto!

    elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vero, lo invidio molto per andare in un paese più civile e avanzato, mooooltooo ha fatto un ottima scelta!!!
      siiii!!!! sono contenta di sentire che ritorni vegana, ultimamente ho sentito raccontare di diversi ex vegani e mi stava venendo la depressione, mi rimetti allegria!!! e sono contenta di ogni persona che mi conferma 'da vegani si sta meglio'! evviva!!
      adesso sbircio il corso, grazie e ciao!

      Elimina
  10. Sembra una torta soffice piuttosto che una crostata, ma si vede che è buonissima! Montersino poi è una garanzia, e la tua personalizzazione la rende davvero leggera e adatta a tutti, vegani e non! Bravissima Claudia:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, l'impasto non è una vera e propria frolla, il lievito è abbondante e lievita parecchio in forno, però Montersino è una garanzia perchè viene un impasto davvero simile ad una frolla sia da crudo che da cotto (mentre con altre ricette mi era venuta più una brisè)...nel mio caso il ripieno si confonde un pò con l'imapasto, ma quando ci ho fatto la crostata alla marmellata con le strisce sopra sembrava proprio una frolla...

      Elimina
  11. sembra buonissima! il dolce di partenza è già molto interessante, ma con la tua aggiunta di mandorle diventa eccezionale :)

    RispondiElimina
  12. questa ricetta mi sembra deliziosa

    RispondiElimina
  13. Vista e provata :). Beh, in realtà ho copiato la frolla (con meno lievito però) e sostituito il ripieno con uno a base di mele, mandorle tritate grossolanamente, uvetta e qlc biscotto integrale alla cannella sbriciolato... Un successone! La frolla è davvero buona e non si sente per nulla la mancanza di uova e burro. Grazie :)

    RispondiElimina
  14. E ci credo che è buonissima!!!!! Mi sono salvata la ricetta...la devo sicuramente provare!!!:) un bacione e buon weekend!

    RispondiElimina
  15. mmmm che bellezza ma soprattutto che bontà :)
    mi sa che la proverò... :)
    buon fine settimana!

    RispondiElimina
  16. Una ricetta da appuntarsi... Deliziosa, esattamente tanto quanto questo blog su cui sono capitata per caso. Mi aggiungo ai tuoi lettori e ti seguo con piacere. Se ti va, passa a trovarmi nella mia modesta cucina.
    Un bacione
    Lore
    http://angolodelleghiottonerie.blogspot.it/

    RispondiElimina

Mi fa molto piacere sapere che sei passato da me, ancora di più sarei felice di sapere il nome e le opinioni di chi mi legge, di poter dare un consiglio o riceverne di nuovi!