Pagine

domenica 26 aprile 2015

Plumcake al fondente e caffè

Questa ricetta merita, merita al punto da riesumare il blog.
Anche perchè, nonostante non sia affatto la prima ricetta di dolce vegan che mi sia ben riuscita, sono sempre contenta di 'urlare' al mondo la bontà dei dolci vegan come se fosse la prima volta. Anche perchè continuo a vedere uova lì, uova là, anche quando non sono di nessuna utilità per la riuscita del dolce. Quando una ricetta per plumcake o muffin contiene un uovo mescolato con i liquidi, vuol dire che lo si può eliminare tranquillamente perchè è inutile, il dolce viene comunque benissimo anche senza l'uovo, aumentando ovviamente i liquidi.
Si tratta di un semplice plumcake al caffè e cacao, con cioccolato fondente e caffè nell'impasto e nella glassa. Dovevano esserci le gocce di cioccolato, come al solito, invece ho versato il caffè nell'impasto quando era ancora un pò troppo caldo e le scaglie di cioccolato fondente si sono sciolte e tutto si è amalgamato. Senza volerlo ho scoperto un trucchetto niente male perchè l'impasto è davvero ottimo, oltretutto il plumcake è lievitato meglio del solito (ho associato la cosa all'incidente del caffè caldo ma non ne sono sicura!).
Enjoy!



Ingredienti:

240 g. di farina semi-integrale di farro
50 g. di zucchero di canna
pizzico di sale
1/2 cucchiaino di cannella
2 cucchiaini di cacao amaro
1 bustina lievito vanigliato

50 g. di olio di semi
50 g. di sciroppo di agave
1 tazzina colma di caffè forte
latte di riso (o soia, quanto basta)

100 g. di cioccolato fondente

Volendo, per la glassa di copertura:
50 g. di cioccolato fondente
3 cucchiai di caffè
1 cucchiaio di sciroppo di agave


In una ciotola capiente ho mescolato tutti gli ingredienti secchi, setacciando farina e lievito. Ho aggiunto il cioccolato fondente grossolanamente tritato a scaglie.
Ho aggiunto olio e sciroppo di agave, e iniziato a mescolare, solo due mescolate. Ho aggiunto la tazzina di caffè (ancora caldo per sciogliere il cioccolato, altrimenti freddo per mantenere le gocce di cioccolato visibili, alla fine il dolce verrà leggermente meno morbido), e aggiunto latte di riso a filo mentre mescolavo l'impasto. Deve ottenere una consistenza leggermente più liquida rispetto l'impasto dei muffin, diciamo come uno yogurt cremoso.
Ho versato nello stampo rivestito di carta forno e infornato: con il forno preriscaldato a 200° ma abbassato a 180° appena infilato il plumcake e chiuso lo sportello. Cottura di 35-40 minuti circa.
Una volta sfornato ho sciolto in una ciotola a bagno maria 50 g. di fondente con qualche cucchiaio di caffè e uno di sciroppo di agave, ho mescolato bene per ottenere una glassa liscia ed omogenea e l'ho versata sul plumcake cercando di distribuirla ala meglio, top!






9 commenti:

  1. Bentornata, alla grande, anche :) Ammetto che quando ho visto l'aggiornamento nel mio blogroll ne sono stata felice :) Dolci vegan non ne ho ancora mai provati, ma io sono molto curiosa e quindi questo plumcake lo voglio provare. A presto e ancora bentornata :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, sparisco proprio! Infatti mi stupisco ci sia ancora chi si ricorda di me!!!! grazie....

      Elimina
  2. Daii, non ci credo!! Ciao Claudia! Hai fatto benissimo a tornare per lasciarci questa chicca, cioccolato e caffè devono essere da paura insieme!
    E come te, resto sempre perplessa dall'uso smodato di uova che si fa, soprattutto in ricette tipo il banana bread in cui sono non inutili, addirittura ingombranti!:D
    E che ci possiamo fare,a parte continuare a dimostrare loro con i fatti che se ne può fare benissimo a meno?? Che poi, è anche un ingrediente in meno da comprare, no?!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  3. devo provarla assolutamenteeeeeeeeeeeeeee!!! adoro i dolci al caffè....

    RispondiElimina
  4. Che bello sofficioso questo plumcake, veramente non ne abbiamo bisogno di uova!!! Mi piace moltissimo anche come hai fatto la glassatura sopra. ^_^

    RispondiElimina
  5. Che meraviglia!!! adoro! non mi puoi ricomparire così una volta ogni tanto!!! ti abbraccio forte e spero tu stia bene!

    RispondiElimina

Mi fa molto piacere sapere che sei passato da me, ancora di più sarei felice di sapere il nome e le opinioni di chi mi legge, di poter dare un consiglio o riceverne di nuovi!